GIURISPRUDENZA NELLA CARTELLA CLINICA / Specializzando e falso in cartella clinica

Se lo specializzando in medicina procede ad un rilievo sintomatico sul paziente, durante una guardia o una visita, affidatagli dal primario o dall'aiuto, all'evidenza tale rilievo deve essere inserito nella cartella clinica, e nulla osta che sia ammesso a farlo di persona.
questa la ragione per cui la falsificazione della cartella clinica, della cui redazione pu astrattamente disporre per quanto gli compete, gli attribuita ai sensi dell'art. 476 c.p., in quanto la qualifica di pubblico ufficiale stata correttamente ritenuta nei suoi confronti.
Corte di Cassazione, V sez. Penale, sent. n. 35767 del 21.09.2006 depositata il 25.10.2006

 

Torna all'indice